Stampa

Incompatibilità Sata 1 e Sata 2

Quante volte avete spostato hard disk da un computer all'altro? Magari un vostro conoscente cambia computer e vi dona un disco più nuovo del vostro, oppure ne avete comprato un altro per aumentare lo spazio. Con le schede madri vecchie possono sorgere alcuni problemi.

Oggi ho dovuto collegare un disco Seagate 7200.11 ad una scheda madre Asus A7-V600-X. Se andiamo a vedere nel dettaglio entrambi i componenti, scopriremo che la scheda madre ha un controller SATA che supporta SATA 1 (150MB/s) mentre l'hard disk è di tipo SATA 2 (300MB/s). SATA 2 è retrocompatibile con SATA1, ma ha bisogno di alcune modifiche, vediamo quali e perchè.

La cosa è molto più semplice di come non possa sembrare. Niente CD di driver o aggiornamenti strani di firmware nè per scheda madre nè per hard disk. Basta limitare la velocità di trasmissione dell'Hard disk a 150MB/s in modo da renderlo compatibile con la scheda madre. Come si fa? Con un jumper Sorridente!

Prima di tutto andiamo nel sito del nostro hard disk, e cerchiamo la pagina dedicata al nostro disco. Quindi scarichiamo il manuale e cominciamo a leggerlo (RTFM). Purtroppo non posso darvi una soluione per tutti i dischi, perchè ognuno ha delle configurazioni differenti. Troveremo un capitolo riguardante lo schema dei Jumper, e in particolare la posizione che ci interessa è quella che parla di come limitare la velocità a 150MB/s.

Un jumper non è altro che un cortocircuito tra due collegamenti elettrici, che serve per comunicare con il software interno al disco senza bisogno di file. Una particolare posizione dei jumper può indicare cose diverse. Nei vecchi dischi IDE i jumper servivano per dire al disco se essere riconosciuto come Master o Slave, oppure per attivare o disattivare funzionalità non supportate da schede madri (appunto).

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna